Lions Club Voghera Host

Lions Club Voghera Host

Anno Sociale 2019-2020


Fotografia

Meeting su Pellizza Da Volpedo

Venerdì 31 gennaio scorso si è tenuta, presso il Castello di San Gaudenzio in Cervesina, una serata conviviale del Lions Club Voghera Host guidato dal Presidente Marco Zanini.
Era presente quale ospite relatore il Prof. Ettore Cau, già docente di paleografia presso l’Università di Pavia e fondatore della Associazione Pellizza da Volpedo.
Nel corso della serata il Prof. Cau ha tenuto un’appassionata relazione nella quale ha illustrato i suoi studi sulla vita e le opere di Giuseppe Pellizza da Volpedo, ripercorrendo gli anni giovanili trascorsi dal pittore nel suo paese natale, la scoperta del suo talento e della vocazione artistica, i successivi studi a Brera, Roma e Firenze, sino alla sua affermazione quale uno dei principali pittori italiani a cavallo tra Ottocento e Novecento.
Non sono mancati i riferimenti alla vita privata di Pellizza, dal rapporto con i genitori, che inizialmente lo immaginavano alla guida dell’azienda agricola di famiglia, alla vita matrimoniale con la giovane moglie Teresa, sino alla nascita delle due figlie e alla successiva morte della moglie che ha causato in Pellizza uno stato di prostrazione tale da condurlo poi al suicidio.
La relazione del Prof. Cau si è quindi conclusa con un esame di alcune delle principali opere dell’artista in cui l’oratore ha evidenziato gli elementi spirituali e sociali trasmessi nei suoi quadri.
La serata è stata arricchita dalla presenza del pittore Pietro Bisio, vincitore dell’edizione 2019 del Premio “Quarto Stato” assegnato dall’Associazione Pellizza da Volpedo, il quale ha brillantemente ripercorso alcuni momenti della sua esperienza artistica.

Evelina Fabiani

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Donazione di un monacale all'Istituto Comprensivo "Sandro Pertini" di Voghera

Tre importanti eventi hanno caratterizzato l’intensa mattinata di Sabato 14 Dicembre 2019 all’Istituto Comprensivo “Via Marsala”: l’intitolazione ufficiale della scuola al già Presidente della Repubblica Sandro Pertini, l’inaugurazione del presidio territoriale permanente contro la dispersione scolastica e, da ultimo, non certo per importanza, la donazione da parte dei Lions Clubs Voghera Host, La Collegiata, Castello Visconteo, N.C. Ultrapadum Ticinum e Leo Club Voghera, di un “trattorino” montascale fornito di carrozzina pieghevole per agevolare gli spostamenti di alunni disabili e con problemi di mobilità fino alle aule dei piani superiori.
La Dirigente Scolastica, Dott.ssa Maria Teresa Lopez, ha introdotto la manifestazione, tenutasi alla presenza di alcuni Dirigenti Scolastici, di autorità lionistiche, civili e militari, elogiando il Lions Club che è sempre generoso promotore di importanti iniziative a favore della scuola.
A farsi portavoce dei Lions vogheresi è stato il Presidente di Zona, Andrea Angeleri, che ha voluto sottolineare come, con questo service comune, i clubs cittadini si siano proposti di migliorare l’integrazione scolastica ed anche sociale degli studenti, dimostrando l’impegno dei Lions nei confronti dei giovani, affinché possano vivere in una società con meno pregiudizi, una società in cui ci sia la cultura della pace, dell’impegno sociale, della responsabilità, una società più consapevole del valore della condivisione e del valore aggiunto che può avere la diversità.
A questo proposito ben si adattano a quest’iniziativa le parole pronunciate dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, durante il suo messaggio di fine anno:“Quando perdiamo il diritto di essere differenti, perdiamo il privilegio di essere liberi”, pensiero che esprime appieno il vero senso della convivenza.

Evelina Fabiani

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia
Nella foto: Da sinistra: Dr. Fabio Milanesi; il 2° Vice Governatore, Raffaella Fiori; il relatore, PDG Franco Marchesani; la Presidente del L.C. Voghera La Collegiata, Mariella Guarnaschelli; il Presidente del L.C. Voghera Castello Visconteo, Umberto Guarnaschelli; il Presidente del L.C. Voghera Host, Marco Zanini.

I Lions Clubs Vogheresi impegnati nella prevenzione del diabete

I Lions Clubs Voghera Host, La Collegiata, Castello Visconteo, Ultrapadum Ticinum e Leo Club Voghera, nell’ambito della Settimana Mondiale del Diabete, si sono impegnati nel promuovere eventi volti alla conoscenza e prevenzione di quest’insidiosa malattia di cui esistono due forme: quello di tipo 1, giovanile e quello di tipo 2 o adulto.
Il primo incontro, svoltosi Mercoledì 13 Novembre u.s., presso la Biblioteca Ricottiana di Voghera, ha avuto un tema nuovo, sicuramente interessante: “Affrontare il diabete…anche con il naso”.
Relatore della serata è stato il Past Governatore Lions Franco Marchesani, laureato in Medicina e Chirurgia, Primario e Docente in Scuole di Specializzazione, che ha affrontato l’argomento relativo ai cani d’allerta diabetica (DADS) che, con il loro prodigioso olfatto, possono migliorare la qualità della vita delle persone affette da diabete.
Questi animali vengono formati con addestramento specifico per le limitazioni causate dal diabete di tipo 1, soprattutto quando sono coinvolti i bambini, perché i cani hanno proprietà e capacità riconosciute anche dalla scienza che studia l’interazione tra animali ed il relativo beneficio psicofisico dell’essere umano.
Non è di certo un mistero che, i cani hanno un olfatto ben più sviluppato del nostro e proprio su questa capacità gioca l'addestramento di quelli d'allerta per diabetici; grazie al loro olfatto, percepiscono un aumento o una diminuzione eccessiva dell'ormone rilasciato in seguito ai picchi glicemici, infatti, quando si presenta ipoglicemia o iperglicemia, nella saliva e nel sudore del diabetico si rileva un particolare odore, impercettibile al nostro naso, ma che il cane, se adeguatamente addestrato, è in grado di riconoscere e di mettere in atto un comportamento d’emergenza.
I cani adatti possono essere sia di razza che meticci, è sufficiente che abbiano un’indole tranquilla; inoltre sono particolarmente indicati quelli con il muso più lungo, perché hanno una capacità olfattiva maggiore ed è anche possibile addestrarne uno che già vive in famiglia, l’importante è che tra il padrone e l’animale ci sia un buon rapporto e che sia predisposto all'apprendimento e motivato a collaborare con il proprietario.
La preparazione, al termine della quale viene svolto un test di valutazione, varia dai 12 ai 18 mesi; il cane può essere addestrato a una serie di mansioni che si decidono con il paziente ad esempio può recuperare il kit di emergenza per diabetici e portarlo al padrone, oppure, in caso di bambini, può avvisare i genitori nel modo che si stabilisce: leccando una mano, saltando sul letto e così via: ogni percorso è personalizzato' e si sono ottenuti risultati davvero stupefacenti.
Infine Domenica 17 Novembre, in Piazza Duomo, usufruendo dell’Ambulatorio Mobile del Comitato Locale della Croce Rossa, sono stati effettuati screenings gratuiti per la rilevazione della glicemia, eseguiti sotto il controllo dei Dr. Angelo Caporotondi, del Dr. Fabio Milanesi e della Dr.ssa Gabriella Lombardi. Dalle circa 60 prove è emerso che 10 persone hanno presentato valori di glicemia oltre il limite standard.
Queste iniziative testimoniano l’impegno dei Lions nella sensibilizzazione verso quella che viene definita “la malattia del benessere”.

Evelina Fabiani

Fotografia
Nella foto: La Dr.ssa Gabriella Lombardi e il Dr. Angelo Caporotondi alle prese con gli screenings della glicemia.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

"Progetto Guida Sicura"

Nelle giornate del 25, 26 e 27 Ottobre 2019, presso il Centro Commerciale Montebello di Montebello della Battaglia, i Lions e Leo Clubs della 2°Circoscrizione Zona B hanno allestito una postazione con materiale illustrativo ed informativo per far conoscere le numerose iniziative dell’Associazione più grande del mondo nell’ambito del“Progetto Guida Sicura”, organizzato dalla Direzione Inail di Pavia e dalla sezione della Polizia Stradale di Pavia.
Si è trattato di un incontro informativo gratuito, destinato ai lavoratori, alle scolaresche – ma aperto anche ai visitatori del Centro Commerciale – dedicato alla sicurezza stradale ed alla prevenzione degli incidenti.
Alla manifestazione ha partecipato, oltre a personale qualificato della Polizia Stradale di Pavia, con il simulatore di guida “Naked Plus”; il Pullman Azzurro della Polizia di Stato, la Lamborghini Huracan, usata principalmente per il trasporto degli organi, ed auto e moto storiche della Polizia di Stato.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Serata di Apertura Anno Sociale 2019/2020

Giovedì 10 ottobre scorso presso il Ristorante Selvatico in Rivanazzano Terme si è tenuta la serata di apertura dell’annata sociale 2019/2020 del LIONS CLUB VOGHERA HOST, con la partecipazione di numerosi soci ed ospiti.
La serata è stata particolarmente significativa e piena di eventi importanti per la vita del Club.
Dopo il passaggio di consegne tra il Past President Fabio Milanesi e il nuovo Presidente Marco Zanini si è infatti svolta la suggestiva cerimonia di ingresso nel Club di una nuova socia, la Dott.ssa Silvia Mangiacavalli, medico ematologo presso il Policlinico San Matteo di Pavia.
Erano presenti quali ospiti relatori l’Avv. Agostino Guardamagna, celebre sia per la sua brillante carriera forense che per la sua poliedrica attività di scrittore che spazia dal diritto alla letteratura, e la nipote, Avv. Maria Francesca Guardamagna, anch’essa apprezzata avvocato nonché appassionata attrice teatrale.
L’Avv. Agostino Guardamagna ha condiviso con i presenti alcune interessanti riflessioni sull’impatto invasivo che le tecnologie digitali possono avere su importanti aspetti della nostra vita, quali la tutela dei dati personali e la privacy, immaginando che una società del futuro eccessivamente controllata da quelli che oggi chiamiamo algoritmi possa arrivare a mettere in pericolo la nostra stessa libertà.
Tale tema era stato trattato e profeticamente immaginato dallo stesso Avv. Agostino Guardamagna in un divertente racconto di qualche anno fa, che è stato brillantemente letto e interpretato nel corso della serata dall’Avv. Maria Francesca Guardamagna, che ne ha ricavato una vera e propria rappresentazione teatrale molto applaudita dai presenti.
La serata inaugurale dell’annata del Club è stata dunque densa di momenti significativi e importanti, certamente di buon auspicio per la futura attività sociale.

Enrico Girani

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

"La cena dei Portici" dei Lions Clubs Vogheresi
A favore della Fondazione Genitori per l'Autismo Onlus di Cascina Rossago

Dopo il successo delle due precedenti edizioni, mercoledì 18 Settembre u.s., i Lions Clubs vogheresi (Host, La Collegiata, Castello Visconteo, Ultrapadum e Leo), in collaborazione con Acol e Ascom e con il patrocinio del Comune di Voghera, hanno riproposto la “Cena dei Portici”, nata da un’idea del Lions Alessandro Menini e Martina Fariseo del Leo Club, con l’intento di valorizzare i portici di Piazza Duomo, trasformandoli in una location suggestiva per un evento benefico, che ha visto una grande ed entusiastica partecipazione e la presenza del Governatore Lions, Angelo Chiesa; del 1° Vice Governatore, Cesare Senzalari; del 2° Vice Governatore, Raffaella Fiori e di autorità civili e militari.
Scopo della serata: raccogliere fondi a sostegno della Fondazione Genitori per l’Autismo Onlus di Cascina Rossago, che aiuta famiglie con ragazzi non autonomi ed è, come ha ricordato il Sindaco di Voghera, Carlo Barbieri, una struttura d’eccellenza del nostro territorio; proprio per questo motivo ha voluto ringraziare i Lions Clubs per quest’opera di sensibilizzazione presso la cittadinanza.
A seguire ha preso la parola il Presidente di Zona, Andrea Angeleri, che ha menzionato le attività principali che i Lions svolgono a favore della comunità.
Va inoltre ricordato che quest’evento, oltre al fine benefico, ha voluto incentivare le attività commerciali vogheresi, tanto che, nel corso della serata, resa ancora più vivace dal sottofondo musicale del duo “Nico e Franz”, si è assistito ad un “flash” sulle nuove tendenze della moda autunno-inverno 2019/2020 dei negozi aderenti all’iniziativa, i cui capi sono stati indossati da graziose testimonials.
Al termine la Prof.ssa Carla Torselli, Socia Fondatrice e Presidente della Fondazione Genitori per l’Autismo, ha espresso il suo vivo ringraziamento per questo importante contributo ed ha ricordato che Cascina Rossago è nata nel 2002 come struttura pilota in Italia specificamente studiata per adulti con autismo sull’esempio delle “farm community”. L’idea di base è stata quella di creare un contesto di vita tarato sulle esigenze dei giovani pazienti, infatti l’ambiente agricolo, a differenza di quello cittadino, fonte di iperstimolazione, stress ed ulteriore chiusura, è per sua natura più stabile, semplice, ma comunque ricco di situazioni e stimoli significativi, fattori che contribuiscono ad intaccare il muro d’isolamento che è caratteristica fondamentale dell’autismo. L’inserimento in ambiente adatto ed il sostegno di personale specializzato, offrono agli ospiti la possibilità di sviluppare le loro capacità e raggiungere maggiori livelli di autonomia ed abilità personali; si tratta di sostenerli in un percorso verso una nuova realtà condivisa dai famigliari con cui s’instaura un rapporto di stretta collaborazione e scambio. Cascina Rossago è un luogo per crescere ed acquisire una progressiva indipendenza dalla famiglia, in vista del “dopo di noi” che comunque verrà.

Evelina Fabiani

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page