Lions Club Casalbuttano

Lions Club Casalbuttano

Anno Sociale 2018-2019


Fotografia

Charter Night A.S. 2018-2019

Scambio delle Cariche ed ingresso nuovo Socio per il Lions Club Casalbuttano.
Villa San Michele - Ripalta Cremasca - 14 giugno 2019 Club Casalbuttano. Cambio di Presidenza tra Laura Parazzi e Walter Poledri che entrerà ufficialmente in carica dal prossimo 1 luglio 2019.
Benvenuto al nuovo Socio del nostro sodalizio, Mara Griffini.

Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Parole in Fabbrica

Saggio di Danza Lions in collaborazione con Dancenter di Anna Soldi - Casalbuttano - 23 giugno 2019.
Grande successo di per lo spettacolo di musica e danza “Parole in Fabbrica” organizzato dal Lions Club Casalbuttano in collaborazione con Dancenter.
Grazie ad Anna Soldi, a tutte le persone che hanno contribuito a questo successo, ed al numeroso pubblico presente. Alla prossima!!!

Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Consegna Service all'Istituto Comprensivo di Casalbuttano

Giovedì 6 giugno 2019 il Lions Club Casalbuttano, alla presenza del Dirigente Scolastico degli studenti e di alcuni Soci del Club, ha consegnato i Service dell’anno sociale in corso a favore dell’Istituto Comprensivo di Casalbuttano.

  • Lavagna Multimediale
  • Quattro Borse di studio
  • Premio Poster per la Pace

Anche questo anno il nostro impegno verso i giovani studenti è stato concerto ed efficace! We Serve!!!

Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Borse di studio e Poster per la Pace a Castelverde

Mercoledì 29 maggio 2019, in occasione del concerto del Coro di Istituto “Ubaldo Ferrari” di Castelverde, il Lions Club Casalbuttano ha consegnato le borse di studio (alla memoria dei genitori dei nostri soci Fanti) a due studenti meritevoli dell’istituto ed ha premiato gli allievi che si sono particolarmente distinti nel concorso Lions ‘Un Poster per la Pace’.

Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Ridere è una cosa seria

Lunedì 27 maggio 2019 si è tenuto il tredicesimo meeting del Lions Club Casalbuttano dell’annata 2018-2019.
”Ridere è una cosa seria: Stan Laurel & Oliver Hardy - la terapia del buon umore.” È questo l’argomento trattato con passione dal relatore della serata, il Dott. Tiziano Medici (Il più profondo conoscitore italiano di questa celeberrima coppia comica ed è tra i primi dieci esperti a livello mondiali di Stan Laurel & Oliver Hardy).
E’ stata una serata particolarmente piacevole dedicata al buon umore, ove ciascuno di noi ha fatto un “salto” nel passato della sua memoria e ha potuto scoprire lati poco conosciuti di questa fantastica coppia.
Come diceva Oliver Hardy: “Il mondo è pieno di persone come Stanlio e Ollio. Basta guardarsi attorno: c'è sempre uno stupido al quale non accade mai niente, e un furbo che in realtà è il più stupido di tutti. Solo che non lo sa.”

Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

CardioLions
Controlli medici gratuiti. Giornata di prevenzione con il Lions Club Casalbuttano

Ancora una volta il Lions Club Casalbuttano scende in campo al servizio della comunità. Buona la partecipazione alla giornata di visite mediche specialistiche gratuite realizzata il 27 maggio alla sede Avis di piazza Turina 6. L’iniziativa di prevenzione cardio-cerebrovascolare, dal titolo CardioLions: controlla il rischio prima che diventi allarme, ha visto la partecipazione del cardiologo Massimo Gabriele Tisi e dei Soci del Club presieduto al Laura Parazzi. Durante la mattinata ai cittadini sono stati controllati i valori della glicemia e della pressione arteriosa che, incrociati con i dati età, sesso, peso, altezza e stile di vita (fumo, alimentazione, sedentarietà), hanno permesso il calcolo immediato del rischio cardio-cerebrovascolare. Al tempo stesso si è cercato di fare informazione e prevenzione comunicando ai partecipanti alcune semplici regole utili per mantenere uno stile di vita sano. La risposta è stata positiva e come sempre l’appuntamento è stato apprezzato dagli abitanti del paese della Norma.

Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Convegno 15 marzo 2019 "Art. 3: contro ogni violenza di genere"

Venerdì 15 marzo nell'aula magna del IIS Ghisleri- Beltrami, gremita di studenti, si è svolto il convegno organizzato dai Clubs Lions Duomo e Casalbuttano, sul tema "Art. 3: contro ogni violenza di genere", coordinato dalle presidenti dei Club promotori Mariella Morandi (LC Cremona Duomo) e Laura Parazzi (LC Casalbuttano) insieme a Rossella Frigeri (LC Casalbuttano),
Alla presenza del dirigente scolastico, prof. Alberto Ferrari e del governatore del Distretto Lions 108 Ib3, dott. Giovanni Fasani, si sono alternate relazioni strutturate in modo che potessero essere comprese dai numerosi studenti delle scuole secondarie di secondo grado cremonesi presenti, ai quali era dedicato questo approfondimento.
Come ha sottolineato il governatore, l'impegno dei Lions è orientato anche alla sensibilizzazione dei giovani e i temi affrontati fanno parte di una serie di programmi specifici orientati alla loro formazione.
In questa occasione, partendo dai dati dell’ISTAT, che nel 2017 hanno registrato ben 123 femminicidi, di cui 89 compiuti in famiglia, ed il 30% delle donne fra i 16 i 70 anni vittime di qualche atto di violenza almeno una volta nella vita, si è scelto di organizzare le relazioni prendendo come base l'art. 3 della Costituzione italiana, "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali."
Il primo relatore, avv. Isabella Cantalupo, ha illustrato il concetto del reciproco rispetto inteso come norma fondamentale del diritto ed ha parlato delle varie modalità di abuso di cui è più spesso vittima una donna, come maltrattamenti, stalking, violenza sessuale, fino all'omicidio, alla luce delle norme contenute nel codice penale. A seguire la dirigente della Divisione Anticrimine della Questura di Cremona, dott.ssa Adele Belluso, ha parlato dei progetti di assistenza alle donne colpite da abusi, che spesso non denunciano quanto accade per paura, pudore o sensi di colpa. A volte vengono raggiunte attivamente, servendosi di un' équipe interdisciplinare e coinvolgendo anche il volontariato specifico.
Sono poi intervenute la psicologa dott.ssa Ester Tosca, che ha affrontato il tema dell'aggressività maschile come forma di regressione primitiva nei rapporti di dominio e sottomissione, e la prof.ssa Simona Frassi, che ha informato sulla rete di aiuti esistente e sull'attività dell’associazione AIDA nel sostenere le donne a trovare la forza e le forme per affrontare il grave problema della violenza subita.
Ha concluso la mattinata Andrea Milano, insegnante di difesa personale, che ha messo a confronto l'origine istintiva della violenza e la strategia razionale della difesa basata su quattro azioni: osservare, orientarsi, decidere, agire. Infatti non sempre opporre violenza alla violenza è la risposta vincente, la difesa spesso consiste nell'evitare lo scontro. La razionalità detta l'orientamento su cui si basa la scelta dell'azione opportuna.
La mattinata è stata seguita con molta attenzione da parte dei numerosi studenti, ma c’è stato molto da imparare anche per gli adulti.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Lions Day - III Circoscrizione Zona C

Grande successo della manifestazione nonostante il tempo inclemente.
Raduno auto d’epoca nella splendida piazza - Gazebo dimostrativo - Pranzo con prodotti tipici del territorio nelle casematte - Sottoscrizione benefica
Il ricavato è stato devoluto alla Associazione Donatori Tempo Libero.

Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Orizzonti di fede. In viaggio tra pellegrinaggio e turismo religioso

Lunedì 13 maggio 2019 si è tenuto il dodicesimo meeting del Lions Club Casalbuttano dell’annata 2018-2019.
”Orizzonti di fede. In viaggio tra pellegrinaggio e turismo religioso.” È questo l’argomento trattato con passione dal relatore della serata Don Roberto Rota (Responsabile dell’Ufficio Pastorale del Turismo e Pellegrinaggi della Diocesi di Cremona).
A ricordo del prestigioso premio “Sfida Service del Centenario 2017-2018” ricevuto dal Club sono stata consegnati la Patch commemorativa per il labaro e distintivo per il Past Presidente Giuseppe Bertoli, ricevuti in occasione del Congresso di Primavera del Distretto 108IB3. Un riconoscimento costante impegno nel Servizio, come scopo principale dell’attività del Club.

Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Dalla Norma alla Nazionale: a Casalbuttano il cielo non è mai stato così azzurro!

Graditissimi relatori della serata due giovanissimi atleti casalbuttanesi che si sono particolarmente distinti in ambito nazionale:

  • Sveva Gerevini (Campionessa italiana assoluta pentathlon indoor 2019 ed in carica eptathlon outdoor 2017)
  • Dario Dester (Campione italiano juniores eptathlon indoor 2019)

I due giovani atleti della squadra Cremona Atletica Arvedi, nello scorso gennaio 2019 si sono laureati campioni nazionali nelle rispettive discipline.
Risultati ottenuti con grande passione, sacrificio e tenacia... all’inizio muovendo i primi passi nell’atletica lungo le ciclabili del paese fino ad arrivare oggi alla squadra Nazionale. Esempi positivi da seguire per i giovani di oggi!

Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

"Se puoi sognarlo, puoi farlo"

Bella e intensa serata la conviviale di lunedì 11 marzo 2019 per il Lions Club Casalbuttano. Alla presenza di numerosi soci e presentato dalla Presidente Laura Parazzi, Andrea Devicenzi Coach e Atleta ha raccontato la sua esperienza.
Una vita la sua, profondamente segnata dall’incidente motociclistico che all’età di 17 anni gli ha causato l’amputazione della gamba sinistra. Da quel giorno è nata in lui la voglia di ricostruirsi una vita basandosi sulle sue possibilità, su se stesso, su quanto gli era rimasto di integro nel suo corpo, andando avanti con piccoli obiettivi e ponendosi sempre nuovi traguardi.
La scelta di reagire a questo evento drammatico, lo ha portato negli anni a raggiungere importanti traguardi sportivi iniziando un’attività agonistica nel ciclismo con appuntamenti nazionali e internazionali ogni volta sempre più importanti e impegnativi. Come il Raid in autosufficienza sulla strada carrozzabile più alta del mondo, situata in India, 700 km in 8 giorni in sella alla sua bici. Il primo, in qualità di atleta amputato di gamba, a raggiungere il KardlungLa a quota 5.602mt.
La sua attività sportiva è diventata la sua vita e lasciato il suo lavoro ha deciso di intraprendere la strada di libero professionista come Formatore e Mental Coach. La sua filosofia la si può riassumere in queste sue parole: “avvicinare sempre più persone disabili allo sport anche attraverso attività apparentemente semplici come un cammino, far si che anche attraverso lo sport ogni esistenza diventi un modello di resilienza e superi le difficoltà che la vita stessa ci pone”.
Intensa è anche la sua attività di relatore e incontrare i ragazzi di tutta Italia è divenuta una delle sue principali attività, che svolge con passione e volontà. Nella stessa mattinata infatti Devicenzi si era incontrato con gli alunni delle scuole di Casalbuttano. Lo scopo di questi incontri è sostenere, supportare e risvegliare nei giovani la consapevolezza delle incredibili potenzialità che ognuno ha dentro di sé riscoprendo e alimentando i propri talenti.

Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Ecologia e povertà. No Spreco A.p.s. in prima linea per il recupero delle eccedenze alimentari

Lunedì 11 febbraio 2019 presso il Ristorante “Il Gabbiano” di Corte de’ Cortesi, sotto la guida della Presidente Laura Parazzi si è tenuta la settima conviviale del Lions Club Casalbuttano.
Alla serata sono intervenuti come gradevolissimi ospiti il dott. Alfonso Sadutto Capo Gabinetto della Prefettura di Cremona e la dott.ssa Elena Milanesi responsabile settore ambiente della provincia di Cremona oltre che numerosissimi soci.
Il tema della serata presentato dall’olandese Diana Johanna Afman, uno dei fondatori della Associazione No Spreco e CEO di Smart City Center, aveva come titolo "Ecologia e povertà. No Spreco A.p.s. in prima linea per il recupero delle eccedenze alimentari.”
La serata è stata particolarmente interessante perché ha toccato uno dei paradossi della nostra società attuale: da una parte molti negozi alimentari si sentono costretti a buttare via i prodotti freschi invenduti, dall’altra, sempre più persone povere sono in difficoltà e si rivolgono alle associazioni caritative. I numeri di tonnellate di cibo buttato nella spazzatura perché in eccedenza sono impressionanti, ma il dato incoraggiante è che il recupero e la ridistribuzione delle eccedenze sono in aumento. Si avverte infatti un cambiamento: cresce l'indignazione per lo spreco alimentare e sempre di più aumenta l'urgenza di combatterlo. Inoltre il problema dello spreco alimentare è strettamente collegato ad un altro, quello rappresentato dai rifiuti, dai sacchi di spazzatura che si accumulano lungo le strade alle difficoltà di raccolta. Per non parlare dei danni ecologici e problemi di salute causati da inceneritori e altri sistemi di smaltimento dei rifiuti.
L’associazione No Spreco non ha certamente la pretesa di poter risolvere il problema dello spreco alimentare nel mondo, ma desidera, dove possibile, contribuire alla raccolta e alla ridistribuzione dei beni alimentari avanzati in un determinato territorio, mettendo a disposizione la sua piattaforma digitale per contribuire ad una comunicazione rapida ed efficiente. Sull’applicazione Smart City Center chi vende prodotti alimentari, come negozi, bar, ristoranti, gastronomie ecc. può essere messo in contatto con chi si occupa della ridistribuzione alle persone bisognose. Da questo sistema il negozio ne trae un vantaggio importante perché ciò che lui dona crea oltre che una buona azione anche una detrazione fiscale da ciò che ha donato. L’applicazione inoltre vuole attivatore buone abitudini ispirando gli utenti a fare delle buone azioni. Per questo è stato attivato un ‘gioco virtuoso’ di azioni ecologiche con le quali gli utenti possono raccogliere punti che danno sconti nei negozi cittadini della rete. Si crea così un sistema circolare che non solo porta vantaggi a tutti ma si alimenta da solo mosso dal rispetto verso gli altri e verso la propria città.

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Incontro sul diabete

Sabato 10 novembre in Cittanova, In occasione della Giornata Mondiale del diabete, i Lions Club del territorio cremonese L.C. Cremona Host, Cremona Stradivari, Cremona Duomo, Cremona Europea, Campus Nova, Torrazzo, Casalbuttano, Vescovato e Soresina, Distretto Lions 108IB3, Governatore Dr. Giovanni Fasani, hanno organizzato, insieme all'Associazione Diabetici Cremonesi, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona, della Provincia di Cremona, dell'Asst e Ats Valpadana Cremona, un Incontro "Il diabete nella quotidianità" per aumentare la consapevolezza dell’impatto che il diabete ha sulla famiglia. È stato un incontro molto partecipato da un’ampia platea di studenti ai quali era rivolto l’incontro. Studenti che hanno seguito con attenzione i relatori che si sono susseguiti, e hanno apprezzato molto l’intervento di tutti ma in particolare del Triathleta ing. Mangiarotti che ha dimostrato come, seppur con il diabete, è riuscito a fare tutto nella vita ma soprattutto ad emergere e vincere, non solo come uomo ma come atleta. Si ringraziano tutti i relatori, i violinisti e il soprano e quanti hanno reso possibile questo evento!

Mirella Marussich
Presidente di Zona B, III Circoscrizione, Distretto 108IB3

Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

"Le nuove dipendenze"

Serata molto interessante quella di lunedì 22 ottobre 2018 presso il Ristorante “Il Gabbiano” di Corte de’ Cortesi . Molti i soci intervenuti oltre alla presenza del Presidente di Zona C Rosario Gentile. Il tema della serata dal titolo: "Le nuove dipendenze" introdotto brevemente dalla Presidente di Club Laura Parazzi è stato affrontato dal Dott. Franco Spinogatti (Primario della unità operativa di Psichiatria dell’Ospedale Maggiore di Cremona, Direttore Medico del SERD –Servizio Dipendenze –ASST di Cremona).
Perché si parla di nuove dipendenze e che cosa si intende per dipendenza?
Fenomeno enorme al quale di solito ci avviciniamo in modo sbagliato. La dipendenza nasce da un’alterazione del comportamento dell’individuo portato ad abusare di certe sostanze o attività.
Il relatore ha elencato e presentato i vari tipi di sostanze come l’alcol, il tabacco, la droga e le nuove pericolosissime droghe sintetiche, quale incidenza hanno sulla salute dell’uomo e come alcune di queste possono influenzare la fisiologia del cervello oltre che colpire gravemente la salute dell’uomo.
Forti sono le similitudini di queste ‘dipendenze’ con le ‘nuove dipendenze’, in cui al posto di una “sostanza” vi è una “attività”, un “comportamento”. Come nelle tossicodipendenze l’autocontrollo entra in crisi. La persona tenta di resistere alla tentazione ma spesso cade preda dell’impulsività del momento, innescando quel circolo di astinenza e ricaduta. Anche in questo caso il relatore ha elencato alcune delle nuove dipendenze come il gioco, il lavoro, il telefonino, il cibo, lasciando intendere che il quadro è molto articolato e grave. La partecipazione del pubblico con domande e interventi ha reso la serata molto interattiva.

Lions Lucia Muchetti

Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Amore per il grande fiume nella relazione del Dott. Fulvio Stumpo

L’amore e la passione per il grande fiume Po sono stati il motore ispiratore per la stesura del libro "Eridano Bodinco Po: Uomini eroi e dei – Leggende d’acqua" del Dott. Fulvio Stumpo.
Giornalista del quotidiano La Provincia di Cremona e socio onorario del Club, è stato il relatore Lunedì 8 Ottobre della piacevolissima serata conviviale del Lions Club Casalbuttano sotto la guida della Presidente Laura Parazzi .
Eridano dalla civiltà greca, Bodinco dalla civiltà celtica e Po dalla civiltà romana sono i nomi del grande fiume che ci rimandano alle tre grandi civiltà che si sono succedute e insieme a loro alle favole e alle leggende che ne derivano. Medea, Giasone, Castore e Polluce sono alcuni nomi di personaggi leggendari che viaggiavano insieme alle loro storie con gli Argonauti, grandi navigatori ed esploratori e che hanno navigato su queste acque. Grazie ai racconti del relatore i soci hanno potuto scoprire storie nascoste e trovare la ‘spiegazione’ alla presenza della nebbia sul fiume, dei pioppi, dell’ambra che non c’è, delle secche e delle piene. Con i suoi racconti il relatore ha risvegliato nel pubblico ma soprattutto nei Cremonesi presenti, l’amore, il rispetto e la riconsiderazione del grande fiume che da anni è stato sfruttato male per non dire quasi dimenticato.

Lions Lucia Muchetti

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page