Lions Club Crema Serenissima

Lions Club Crema Serenissima

Anno Sociale 2019-2020


Fotografia

Intermeeting L.C. Zona A 3^ Circoscrizione Distretto 108Ib3

Il Presidente della Zona A della 3^ Circoscrizione, Paolo Doldi, unitamente al Past Governatore Adriana Cortinovis Sangiovanni, hanno organizzato un intermeeting finalizzato alla raccolta fondi per la LCIF (Lions Club International Foundation, la più grande Ong al mondo, che si occupa di soccorso in caso di calamità, di giovani, di diabete, di vista, di ambiente e di numerose altre cause umanitarie). Hanno partecipato i club Crema Host, Soncino, Pandino Gera d’Adda Viscontea, Crema Gerundo, Crema Serenissima, Pandino il Castello e Leo Crema, a cui si sono aggiunti rappresentanti dei Lions club Cremona Duomo, Cremona Europea, Vescovato, Pizzighettone Città Murata e Torrazzo. All’intermeeting erano presenti anche numerosi officers distrettuali Lions e Leo, tra cui il Coordinatore distrettuale LCIF Davide Gatti e la PD Leo Martina Fariseo. Ospite d’onore Luca Colli, atleta alpinista estremo, con un monologo “Torno subito”, durante il quale ha raccontato la sua scalata dell’Everest, la cima più alta del mondo: un’esperienza entusiasmante, ma faticosa, insidiosa e piena di pericoli, che Luca ha vissuto grazie al coraggio, alla determinazione, alla tenacia ed alla volontà di non indietreggiare mai. Questo ha rappresentato il suo “sogno di bambino asmatico che sognava l’Everest, di ragazzo di pianura (è di Vigevano) che voleva camminare sopra le nuvole, di sognatore che non si è mai arreso”. Un contributo alla volontà caparbia di superare se stesso è stato determinato anche da alcuni episodi vissuti durante l’adolescenza e la prima giovinezza: da momenti di bullismo subiti, che, dopo la “rabbia”, l’hanno reso invincibile e convinto a non essere come i suoi aggressori, a momenti di amicizia vera vissuti con intensità e passione. L’emozione della solitudine, che consente di avvertire solo il respiro ed il battito del cuore, la visuale dell’immensità di un cielo blu e di candide coltri di neve, la volontà di non indietreggiare mai, step by step, hanno motivato l’atleta a raggiungere le vette più alte del mondo (Elbrus, Kilimanjaro, Monte Bianco, Kosciuszko, Aconcagua, Denali, Wilhelm, Punkac Jaya, Aoraki/Cook ed Everest). Running7Summits, ha spiegato il relatore, consiste nel tentare ciò che nessun alpinista ha mai tentato fino ad ora: salire le cime in velocità, senza supporto esterno, senza sci e senza ossigeno. La prossima avventura prevede la salita in velocità del Monte Vinson in Antartide (4892 m.) in stile alpino appena citato, dal Campo Base alla vetta.
Colli, oltre che architetto, è Guida Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Lombardia, Alpinista, Personal Trainer, Formatore e Team Builder presso Xplora.
“Ogni percorso, ogni viaggio, ogni montagna mi regalano gioia, conoscenza ed esperienza”: questo è il messaggio che il relatore ha lasciato ai cento soci ed ospiti convenuti, che hanno ascoltato il racconto appassionato, spesso commossi, ma, nel contempo, ammirati.
Durante la serata, l’Immediato Past Governatore Giovanni Fasani ha consegnato ad Alberto Zambelli, Officer Distrettuale LCIF, la Melvin Jones Fellow, massima onorificenza lionistica per il notevole contributo offerto al nostro Distretto. Il Coordinatore Convention ed Eventi, Massimo Conti, ha dato un attestato di merito ai soci Alessandra Donelli, Rosario Gentile, Giuseppe Gramuglia, Giampietro Mariotti e Mirella Marussich per l’attività di volontariato alla Convention Internazionale di Milano.
E’ stata una serata interessantissima, perché, attraverso la voce di un “eroe”, tutti hanno potuto rendersi conto delle potenzialità, della forza, della fatica e dell’impegno di un Uomo vero.

Adriana Cortinovis Sangiovanni

Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Intermeeting Lions Crema Host e Crema Serenissima

Venerdì 31 Gennaio 2020, Le Associazioni, Lions Crema Host, il Lions Crema Serenissima e la Sezione di Crema dell’Ucid (Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti), si sono riunite in un intermeeting, presso il ristorante Nuovo Maosi di Crema, dal tema “Economia/imprenditoria quali aspetti il nostro territorio può beneficiare o essere catalizzatore per altri paesi”, con la presenza del presidente dell’Associazione Industriali di Cremona, Dott. Francesco Buzzella.
All’evento hanno partecipato oltre ai soci, il consulente ecclesiastico Ucid mons. Pierluigi Ferrari, i rappresentanti delle Istituzioni e della politica locale, dal presidente della provincia Signoroni che impossibilitato alla presenza ha inviato un messaggio, all’assessore di Crema, Fabio Bergamaschi, a diversi Sindaci del territorio Cremasco .
Dopo i saluti di Pierfranco Campari, presidente Lions Crema Host, Fausto Antonio Locatelli presidente Lions Crema Serenissima e Franco Agosti, per l’Ucid, è stata introdotto il tema della serata con il riferimento al piano di sviluppo promosso dall’Associazione Industriali e realizzato da The European House-Ambrosetti: Masterplan 3C. Un documento realizzato dallo studio Ambrosetti, attraverso l’elaborazione di scenari innovativi su temi prioritari per il territorio, partendo proprio dalle “C” a cui il Masterplan presentato lo scorso maggio fa riferimento, che richiamano tre dimensioni tra loro strettamente collegate: crescita, competitività e coinvolgimento, raggiungibili attraverso
creatività, cambiamento e comunicazione, mettendo a sistema le eccellenze dei territori di Cremona, Crema e Casalmaggiore.
Nel suo intervento partendo proprio dal Masterplan 3 C, il presidente Buzzella ha rappresentato la fotografia dell’economia provinciale e delle sue eccellenze. Dall’importanza della metalmeccanica e della siderurgia, alle filiere esistenti: dall’agroalimentare con la filiera del latte, a quella dei prodotti da forno, dalla filiera del pomodoro, a quella della cosmesi, che interessa particolarmente il territorio cremasco. In questo comparto infatti operano 22 imprese con circa 800 addetti ed una dimensione media di 35 dipendenti ciascuno, di gran lunga più ampia rispetto alle altre realtà facenti parte del quadrilatero della cosmesi (le aree di Milano, Bergamo, Lodi ed il Cremasco).
Una grande quantità di dati elaborati con indici matematici, hanno portato il presidente Buzzella a focalizzare le sue considerazioni sulla parte relativa alle infrastrutture.
Ed è proprio il tema delle infrastrutture, il punto da approfondire, perché l’indice provinciale si attesta sul 70, inferiore rispetto alla media lombarda che è di 110. Questo consente di fare diverse valutazioni, partendo dalla considerazione che le infrastrutture rappresentano il fattore abilitante dando valore ai territori e senza il quale, i problemi possono solo ampliarsi in un mercato globale.
L’intermeeting si è concluso con il coinvolgimento e apprezzamento dei tanti presenti, sollecitato dall’azione catalizzante dei tre club che hanno convenuto su questa tema.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

"Occidente ed Oriente, la diversa matrice etnico culturale"

Il LC Crema Host, presieduto da Pierfranco Campari, il LC Crema Serenissima, presieduto da Faustantonio Locatelli ed il Leo Club Crema, presieduto da Federica Fadini, alla presenza del 1 Vicegovernatore Cesare Senzalari e del Presidente della Zona A della 3^ Circoscrizione Paolo Doldi, hanno organizzato un intermeeting dedicato ad un particolare tema, peraltro di stretta attualità: "Occidente ed Oriente, la diversa matrice etnico culturale". Relatrice della serata la prof. Adriana Cortinovis Sangiovanni, docente di lingua e letteratura greca e latina, che ha proposto un'analisi storico letteraria del problema, partendo dalle 'Storie' di Erodoto, considerato 'il padre della storia', che ha visto nella guerra fra Greci e Persiani l'inizio dello scontro fra Europa ed Asia, determinato da profonde differenze culturali, politiche e sociali fra i due popoli. Interessante l'etimologia del termine 'Asia' ( noto già nelle tavolette micenee, presso gli Egizi, i Greci ed i Lidi) e di 'Europa' (con riferimenti alla mitologia ed all'interpretazione di 'terra dell'oscurità', intesa come luogo dove tramonta il sole). La relatrice ha poi esaminato la difficoltà, per alcuni secoli, di identificare una linea di identificazione oggettiva della nozione di Occidente ed Oriente, che per diverso tempo, ha subito variazioni, fino a giungere alla divisione effettiva tra le due parti alla morte dell'imperatore Teodosio. La serata ha visto, poi, la citazione di testi classici, a supporto del fatto che, nel mondo antico, l'Occidente ha sempre temuto l'Oriente, identificato come patria di filosofie, religioni e modi di vita basati sull'eccesso, il lusso e l'abbandono ai piaceri, il che favoriva un infiacchimento delle coscienze. Dall'altra parte, però, si è visto, attraverso le considerazioni dello storico inglese Peter Brown ("Il mondo tardo antico"), che il divario fra le due parti dell'impero, spesso era a svantaggio dell'Occidente. Quest'analisi, a cui va riconosciuto il merito di essere stata imparziale, ha avuto il merito di aver identificato il fatto che il divario fra Europa Occidentale ed il Mediterraneo Orientale, pur con i contrasti inevitabili e, talvolta opposti, di modi di vivere e di pensare, ci ha portato a capire che, proprio nella diversità, vissuta in termini di confronto e di accettazione reciproca e non di scontro, si può costruire il nostro futuro, basato, non sull'intolleranza e sulla chiusura alla 'diversità', anzi, essa diventa punto di partenza per fare nostri atteggiamenti e posizioni di equilibrio.
La serata si è conclusa con l'intervento di saluto di Paolo Doldi e di Cesare Senzalari che, sulla base di quanto detto, ha evidenziato come, anche il modo di servire dei Lions debba tenere conto dei differenti modi di 'servire', il che è riassunto nel motto del Presidente Internazionale Choi " Servire nella diversità". Quindi, ben vengano momenti come questi di armonia, collaborazione, aiuto e solidarietà, basi concrete per aiutare chi è in difficoltà.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Intermeeting area tematica Ambiente

Venerdì 25 Ottobre, presso il Ristorante Nuovo Maosi, il Lions Club Crema Host, Lions Club Crema Serenissima, Leo Club Crema e U.C.I.D Sez. di Crema, si sono riuniti in un intermeeting dedicato ad un tema che in questo periodo è molto attuale nonché corollario di uno delle aree tematiche del Lions International (Salute - Giovani - Ambiente - Comunità-sport disabilità - Scuola) , ovvero l’Ambiente, dal titolo: “Cambiamenti climatici: il linguaggio della scienza e della narrazione fantastica”. Relatori della serata, il Dott. Emanuele Minniti, Ambientalista, e la Prof.ssa Emma Sangiovanni, Scrittrice. Presenti alla serata i Presidenti, del Crema Host Pierfranco Campari, del Serenissima Faustantonio Locatelli, del Leo Crema Federica Fadini, il Presidente UCID Crema Franco Agosti, il consulente ecclesiastico Don Pierluigi, il Presidente Onorario Giulio Mosconi, unitamente al Segretario nonché Vice Presidente Crema Host Riccardo Murabito, Consigliere delegato UCID Nino Caizzi, l’Assessore all’Ambiente-Commercio di Crema, Matteo Gramignoli,vari Presidenti della zona A 3 Circ.distretto 108ib3, il delegato di zona Paolo Doldi ,consorti, ospiti e amici.
La serata è iniziata con un aperitivo di benvenuto, durante il quale il Presidente del Crema Host, Pierfranco Campari, ha avuto modo di salutare e ringraziare tutti i presenti, oltre al presentare i due relatori della serata.
Al termine della cena, prima del caffè, il Presidente Campari ha ceduto la parola prima all’Assessore Ambiente di Crema Matteo Gramignoli, il quale ha sottolineato come nella città di Crema si siano attivate già diverse attività di bonifica a vantaggio dell’ambiente, a partire soprattutto dall’ultima grande modifica di Piazza Garibaldi (attualmente ancora in completamento), trasformandola da parcheggio caotico, in un nuovo salotto della città. Inoltre ha affermato che ci saranno, in futuro, altre operazioni a favore dell’ambiente, in particolare il progetto condiviso con i Comuni virtuosi che mira alla piantumazione di varie tipologie di piante al fine di una educazione ambientale.
La parola è stata poi ceduta al relatore della serata, Emanuele Minniti, il quale ha volto un discorso sui vari aspetti che provocano danni nel riscaldamento globale, al clima e di conseguenza all’ambiente. Ha inoltre raccontato il fenomeno di Greta Thunberg, la giovane ambientalista che si è attivata nel cercare di “salvare il pianeta”. Il Dott. Minniti ha inoltre mostrato due video tanto forti quanto significativi, su come dovrebbe agire le persone di fronte all’inquinamento e un altro dedicato a una specie di uccello, l’Albatros, che muore a causa della plastica che ingerisce dalla “famosa” isola di plastica (ammasso di oggetti di plastica scaricata nel mare) nell’oceano Pacifico. Il relatore ha concluso il suo intervento rivolgendo un messaggio di speranza a tutti i presenti per cercare, attraverso piccole azioni, di salvare il pianeta. In seguito, la Scrittrice Emma Sangiovanni, ha avuto modo di portare il suo contributo, parlando del suo ultimo libro “I colori dell’armonia”, una favola fantastica all’interno della quale i protagonisti sono tutti i colori e le loro varie sfumature. Prima di concludere la serata, la parola è passata al Presidente dell’UCID di Crema Franco Agosti, il quale, in primo luogo ha spiegato di cosa si occupa l’Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti, una unione morale di persone costituita per promuovere la conoscenza, la diffusione e l’attuazione della dottrina sociale della Chiesa. L’UCID intende favorire la crescita nell’impresa e nella società, dei valori di una vera comunità di persone nel rispetto della dignità di tutti i suoi membri.
In secondo luogo ha voluto ringraziare per l’invito I Presidenti dei Clubs, sottolineando che anche l’UCID si sta attivando per svolgere attività volte all’ambiente. La serata si è conclusa con i saluti e ringraziamenti da parte dei vari Presidenti presenti, ai soci e ospiti, per la partecipazione e condivisione all’intermeeting.

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page