Lions Club Soncino

Lions Club Soncino

Anno Sociale 2019-2020


Fotografia

Service Emergenza Coronavirus

I Club della 3^ Circoscrizione Zona A del Distretto Lions 108 Ib3, Crema Host, Soncino, Pandino Gera D'Adda Viscontea, Crema Gerundo, Crema Serenissima, Castelleone, Pandino il Castello e Leo Crema, vista la drammaticità del momento che stiamo vivendo per la pandemia da coronavirus, hanno deliberato un service comune: l'acquisto di un cardiodefibrillatore 8300K Nihon Kohden, indicato dal Primario del Pronto Soccorso dell'Ospedale Maggiore di Crema, dott. Viganò , come strumento necessario per essere usato per un soccorso sanitario immediato e per supporto ed osservazione dei pazienti complessi. Per questi è stata modificata un'area del Pronto Soccorso, prima adibita solo all'attesa. Una bellissima iniziativa, tesa ad evitare snervanti attese nella precarietà ed a favorire un intervento immediato ed efficace in un clima in cui l'emergenza Covid-19 esige tempi di azione molto stretti e competenti. Questo strumento, anche grazie ai MULTI connettori SMART, permette la rilevazione simultanea di ECG, SpO2, CO2, IBP e Temperatura, con un sistema di allarmi che consente un'allerta immediata, se la condizione del paziente cambia, ed aiuta ad assumere decisioni in modo più rapido ed accurato. La donazione di questo strumento, essenziale 'for intensive treatment and advanced life support', è stata supportata, oltre che dai fondi dei club menzionati, anche da una quota elargita ad ogni Zona da parte del Distretto 108 Ib3, rappresentato dal Governatore Angelo Chiesa e dal contributo dell'Associazione Popolare Crema per il Territorio. Un grande ed importante traguardo che rimarrà a testimonianza dello spirito di Servizio che caratterizza Lions e Leo.

Adriana Cortinovis Sangiovanni
Coordinatore Comunicazione Interna ed Esterna Distretto 108 Ib3

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Intermeeting L.C. Zona A 3^ Circoscrizione Distretto 108Ib3

Il Presidente della Zona A della 3^ Circoscrizione, Paolo Doldi, unitamente al Past Governatore Adriana Cortinovis Sangiovanni, hanno organizzato un intermeeting finalizzato alla raccolta fondi per la LCIF (Lions Club International Foundation, la più grande Ong al mondo, che si occupa di soccorso in caso di calamità, di giovani, di diabete, di vista, di ambiente e di numerose altre cause umanitarie). Hanno partecipato i club Crema Host, Soncino, Pandino Gera d’Adda Viscontea, Crema Gerundo, Crema Serenissima, Pandino il Castello e Leo Crema, a cui si sono aggiunti rappresentanti dei Lions club Cremona Duomo, Cremona Europea, Vescovato, Pizzighettone Città Murata e Torrazzo. All’intermeeting erano presenti anche numerosi officers distrettuali Lions e Leo, tra cui il Coordinatore distrettuale LCIF Davide Gatti e la PD Leo Martina Fariseo. Ospite d’onore Luca Colli, atleta alpinista estremo, con un monologo “Torno subito”, durante il quale ha raccontato la sua scalata dell’Everest, la cima più alta del mondo: un’esperienza entusiasmante, ma faticosa, insidiosa e piena di pericoli, che Luca ha vissuto grazie al coraggio, alla determinazione, alla tenacia ed alla volontà di non indietreggiare mai. Questo ha rappresentato il suo “sogno di bambino asmatico che sognava l’Everest, di ragazzo di pianura (è di Vigevano) che voleva camminare sopra le nuvole, di sognatore che non si è mai arreso”. Un contributo alla volontà caparbia di superare se stesso è stato determinato anche da alcuni episodi vissuti durante l’adolescenza e la prima giovinezza: da momenti di bullismo subiti, che, dopo la “rabbia”, l’hanno reso invincibile e convinto a non essere come i suoi aggressori, a momenti di amicizia vera vissuti con intensità e passione. L’emozione della solitudine, che consente di avvertire solo il respiro ed il battito del cuore, la visuale dell’immensità di un cielo blu e di candide coltri di neve, la volontà di non indietreggiare mai, step by step, hanno motivato l’atleta a raggiungere le vette più alte del mondo (Elbrus, Kilimanjaro, Monte Bianco, Kosciuszko, Aconcagua, Denali, Wilhelm, Punkac Jaya, Aoraki/Cook ed Everest). Running7Summits, ha spiegato il relatore, consiste nel tentare ciò che nessun alpinista ha mai tentato fino ad ora: salire le cime in velocità, senza supporto esterno, senza sci e senza ossigeno. La prossima avventura prevede la salita in velocità del Monte Vinson in Antartide (4892 m.) in stile alpino appena citato, dal Campo Base alla vetta.
Colli, oltre che architetto, è Guida Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Lombardia, Alpinista, Personal Trainer, Formatore e Team Builder presso Xplora.
“Ogni percorso, ogni viaggio, ogni montagna mi regalano gioia, conoscenza ed esperienza”: questo è il messaggio che il relatore ha lasciato ai cento soci ed ospiti convenuti, che hanno ascoltato il racconto appassionato, spesso commossi, ma, nel contempo, ammirati.
Durante la serata, l’Immediato Past Governatore Giovanni Fasani ha consegnato ad Alberto Zambelli, Officer Distrettuale LCIF, la Melvin Jones Fellow, massima onorificenza lionistica per il notevole contributo offerto al nostro Distretto. Il Coordinatore Convention ed Eventi, Massimo Conti, ha dato un attestato di merito ai soci Alessandra Donelli, Rosario Gentile, Giuseppe Gramuglia, Giampietro Mariotti e Mirella Marussich per l’attività di volontariato alla Convention Internazionale di Milano.
E’ stata una serata interessantissima, perché, attraverso la voce di un “eroe”, tutti hanno potuto rendersi conto delle potenzialità, della forza, della fatica e dell’impegno di un Uomo vero.

Adriana Cortinovis Sangiovanni

Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Cena Lions degli Auguri

Come tradizione vuole i soci del Lions Club Soncino si sono dati appuntamento per la cena degli Auguri.
La serata si e’ svolta in amicizia ed allegria nella sede del club presso il ristorante mulino San Giuseppe, in Contrada Borgo Sotto, al cospetto della splendida Rocca Sforzesca di Soncino. Lo scopo primario della serata e’ stato quello della raccolta fondi da destinare principalmente all’Opera Meritoria e Sensibile della Fondazione San Vincenzo, oltre che alle finalita’ del club. Tutto questo e’ stato reso possibile grazie alla fattiva collaborazione dei soci del club, che hanno provveduto alla raccolta di premi destinati alla proficua lotteria natalizia, coordinata dal cerimoniere primo podesta’ e allietata da buobna musica dal vivo.
La serata ha preso inizio con l’introduzione della Presidente Angela Tessadori, la quale ha accolto i graditi ospiti. sono infatti intervenuti: il Vice Governatore Distrettuale Senzalari Cesare, il Presidente di zona Doldi Paolo, la presidente del LC Pandino Castello Stellardi Raffaella, l’officier del LC Crema Host Murabito Riccardo, l’officier del LC Crema Gerundo Merico Mauro, l’officier del LC Crema Serenissima Fusarbaassini Arrigo, la presidente della Fondazione S. Vincenzo Nobilini Silvana ed il Sindaco del Comune di Soncino Gabriele Gallina.
Lo scambio degli auguri e’ stato animato e sentito, caratterizzato dal proponimento di usare ancor maggiore impegno per realizzare lo spirito di servizio e di aiuto che contraddistingue l’ambiente lionistico.
L’augurio per un 2020 lieto e positivo ha concluso la serata, mentre la Presidente Angela Tessadori ha voluto sottolineare l’anima e gli obiettiviche caratterizzeranno l’anno entrante.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Le tradizionali borse di studio di Lions Soncino

Sabato 23 u.s. si è svolta la consegna delle borse di studio agli alunni meritevoli della terza media dell’Istituto Comprensivo di Soncino. Alunni che durante lo scorso anno scolastico, hanno brillantemente sostenuto e superato l’esame finale, per poi iscriversi alle superiori per continuare il loro cammino.
Per la cerimonia, i Lions del Soncino sono stati ospitati, nella sala consiliare del comune, nella quale, accompagnati dai relativi insegnanti, sono confluiti gli alunni di terza delle tre sezioni della scuola media.
La presidente del club Angela Tessadori, supportata da un nutrito numero di soci intervenuti, ha fatto gli onori di casa; ha quindi informato i presenti circa le finalità caratteristiche dei Lions, che si contraddistinguono per la disponibilità al servizio a favore degli altri e della comunità in particolare. Alla presidente ha fatto eco la lion Ilaria Fiori che con l’aiuto di un filmato ha portato degli approfondimenti su ciò che è stato fatto nel territorio, durante lo scorso anno.
Dopo il cordiale intervento del sindaco Gabriele Gallina e della preside prof.sa Goffi, si è passati alla premiazione delle alunne prescelte da una apposita commissione scolastica: Manenti Giuliana, Picarelli Gaia, Duranti Benedetta e Tinelli Bianca. E’ doveroso ricordare come il Club abbia voluto istituire una borsa di studio in più, oltre alle tre tradizionali, introducendone una specifica, assegnata a Gaia Picarelli, in ricordo del Prof. Piergiorgio Torriani, docente molto amato e carismatico, che ha insegnato per lungo tempo alla Scuola Media di Soncino. La cerimonia si è svolta con la gioiosa euforia portata dalle classi che sono intervenute. Non è mancato qualche batticuore da parte delle alunne premiate a caratterizzare la bellissima iniziativa.
La cerimonia si è conclusa con l’intervento della presidente che ha rinnovato l’appuntamento all’anno seguente, per dare continuità alla toccante iniziativa.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Fotografia visionaria di Kiara Rossi Consolandi

Il 15 novembre scorso si è tenuto il consueto meeting del LC Soncino.
Ospite e relatrice della serata è stata l’Avv. Kiara Rossi Consolandi, che oltre alla appassionata professione legale, coltiva l’hobby della fotografia, che con l’andar del tempo e con le energie impiegate è diventata una professione a latere rispetto a quella principale. Kiara Rossi Consolandi ha trattato il tema della serata, suscitando interesse e curiosità inaspettati: FOTOGRAFIA VISIONARIA – FATTORE K.
Sotto la cordiale guida della presidente Angela Tessadori, efficacemente coadiuvata dal cerimoniere Primo Podestà e con la partecipazione di un nutrito numero di soci ed amici ospiti, la serata ha avuto inizio, nella struttura conventuale ricettiva del Ristorante Didattico Inchioscro di Soncino.
La relatrice ha intrattenuto i presenti spiegando il significato della sua fotografia, improntata non tanto a cogliere l’attimo e fissarlo nello scatto fotografico, bensì nel prepararlo, allestendo un’ ambientazione nella quale il soggetto umano (la donna) dà un messaggio che l’autrice ha voluto comunicare. Luoghi e persone si fondono, il paesaggio potenzia la figura umana. La fotografia è vista come una forma di pittura digitale, che ritrae la donna in frammenti di vita, con un senso di incompiuto che sta allo spettatore completare. Una fotografia colta e complessa che si gusta con gli occhi ed entra nel cuore. Ci si trova di fronte a quadri fotografici da osservare profondamente.
La presidente Angela Tessadori ha voluto far notare come le fotografie mostrate dall’autrice avessero un risalto particolare, in quanto ben ambientate nel suggestivo refettorio monacale, che ha fatto da sfondo alla amichevole serata ricca di emozioni.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Il Lions Club Soncino e la Senologia

Il 18 corrente si è tenuto il tradizionale meeting mensile del Lions Club Soncino, sotto la guida esperta della presidente Angela Tessadori, coadiuvata dal cerimoniere Primo Podestà, supportati da tanti soci e amici ospiti, intervenuti numerosi nella magnifica struttura conventuale adiacente la rinascimentale chiesa di Santa Maria delle Grazie in Soncino, magnificamente affrescata dai Campi.
La serata ha avuto luogo nella ex chiesetta delle suore, ora adibita a sala per ricevimenti ed alla quale si giunge attraversando chiostri e colonnati di sicuro impatto emotivo ed artistico.
Il presidente ha fatto gli onori di casa, ringraziando per la loro presenza la Sig.ra Chiara Rossi in rappresentanza dell’amministrazione comunale ed il prof. Alessio Gatta dirigente della struttura scolastica “Inchiostro”, che si è occupata con passione ed accuratezza della preparazione della conviviale.
Il presidente ha quindi presentato l’Ospite e relatore della serata: il conosciutissimo Dr. Filiberto Fayer, responsabile del Reparto di Senologia presso l’Ospedale Maggiore di Crema. Persona carismatica e preparata, quindi il soggetto più indicato per trattare il delicato tema legato alla Senologia, quale specialità multidisciplinare.
Il Dr. Fayer ha iniziato la propria esposizione specificando che il seno (sia femminile che maschile) può essere colpito da patologie sia benigne che maligne. E ciò che caratterizza l’epidemiologia del fenomeno è la sua numerosità, che registra costanti incrementi, in individui la cui età media tende ad abbassarsi. Il relatore si è soffermato sui numerosi tipi di patologie dalle caratteristiche molto differenziati, per ognuna delle quali esistono specifici protocolli terapeutici, espletati da figure professionali distinte, facenti parte dello stesso team multidisciplinare, quali: chirurghi, radiologi, oncologi e psico-oncologi. Tutto ciò ha fatto sì che le aspettative di vita migliorassero e risultassero più concrete, grazie all’utilizzo di nuove tecniche chemioterapiche, radio, ormonali e biologiche .
Dopo essersi soffermato sull’importanza della prevenzione e di adeguati e corretti stili di vita, e dopo aver cordialmente salutato la gradita ospite Dr.ssa Elena Vedrietti (Pediatra di Soncino), il Dr. Fayer ha risposto ai numerosi interventi dei partecipanti al meeting, che, attratti dall’importanza della materia riguardante da vicino la vita di ognuno, hanno chiesto approfondimenti ed ottenuto parole di conforto e di fiducia in un futuro migliore dal punto di vista dell’assistenza medica-specialistica.
La presidente Tessadori, prima di chiudere la serata e ringraziare gli intervenuti, ha voluto far constatare la spigliatezza del relatore e la sensibilità usata nell’esporre argomenti specifici, in maniera non allarmistica, potendo appurare come le figure professionali che intervengono nelle delicate fasi di terapia, siano, oltre che formate dal punto di vista tecnico-scientifico, dotate di una spiccata sensibilità alla vocazione per il servizio al prossimo, un principio fondante anche del mondo lion.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page