Leo Club Lodi Barbarossa
18/04/2021
Lions DAY 2021 - I^ Circoscrizione

Lions DAY - 18 aprile 2021
Governatore 2020-2021 – Lions Cesare Senzalari

Con il contributo dei Lions Club della I^ Circoscrizione - Zone A e B

  • L.C. Lodi Host
  • L.C. Lodi Torrione
  • L.C. Lodi Quadrifoglio
  • L.C. Lodi Europea
  • L.C. Ager Laudensis New Century
  • L.C. Codogno Casalpusterlengo
  • L.C. Sant’Angelo Lodigiano
  • L.C. Colli di San Colombano al Lambro
  • L.C. Lungopo’ Lodigiano
  • L.C. Lungo Adda Lodigiano
  • L.C. San Rocco al Porto e Basso Lodigiano
  • L.C. Castelgerundo
  • LEO Club Lodi Barbaross
     

Ecco cosa fanno 13 Club al servizio delle persone... #WeServe

Lions DAY - 18 aprile 2021
16/12/2020
UN APPELLO AI GIOVANI
  • L.C. Sant’Angelo Lodigiano
  • Leo Club Lodi Barbarossa

In occasione del Natale, il 16 dicembre 2020, il L.C. Sant’Angelo Lodigiano, rappresentato dal presidente Francesco Buttà, e il Leo Club Lodi Barbarossa, rappresentato dalla presidente Camilla Scotti, hanno rivolto, offrendo i Pandorini con il logo Leo, l’augurio di Buon Natale agli studenti delle classi quinte dell’IIS “Raimondo Pandini” di Sant’Angelo Lodigiano e del Liceo Artistico “Callisto Piazza” di Lodi.
L’incontro, avvenuto in teleconferenza, è stata l’occasione per presentare a tutti gli studenti il mondo Leo e Lions, il loro operato concreto sul territorio, a livello nazionale e internazionale. Al termine, la Dirigente Scolastica, Prof.ssa Daniela Verdi, ha avuto parole di compiacimento per l’operato dei Lions, sottolineando il loro grande esempio di cittadinanza attiva.
Al rientro a scuola in presenza gli studenti hanno potuto ritirare i Pandorini, con l’accompagnamento di un messaggio di pace: “La grande ricchezza dell’umanità sta nella solidarietà”, rivolto ai giovani di tutto il mondo da Adolfo Pèrez Esquivel, pacifista argentino e Premio Nobel per la Pace nel 1980, e Daisaku Ikeda, filosofo, attivista giapponese, presidente della scuola laica buddhista Soka Gakkai.
Rivolgiamo questo appello ai giovani del mondo – affermano Perez Equivel e Ikeda – affinché assumano con responsabilità il cammino della vita insieme ai loro popoli. Non dimenticate mai che ciò che si semina si raccoglie. La minaccia delle armi nucleari, l’incremento dei rifugiati, i fenomeni metereologici estremi causati dal riscaldamento globale, l’avarizia degli speculatori finanziari che aggravano la distanza tra ricchi e poveri rappresentano i principali problemi legati alla lotta sfrenata della supremazia militare, politica ed economica che offusca la nostra casa comune, il nostro pianeta terra.” 

Mariarosa Conti

09/11/2020
PREMIATO DA LIFEBLITY 2020 UN ARTO ELETTRO-MECCANICO PER DISABILI

Lunedì 9 novembre 2020 i Soci dei Lions Club della I Circoscrizione e del Leo Club Lodi Barbarossa hanno avuto la possibilità ed il piacere di conoscere il Team vincitore del concorso LIFEBILITY 2020, un service sostenuto con grande soddisfazione da molti anni dal Lodi Host, tramite il referente Federico Maisano, durante un incontro avvenuto, naturalmente, in modalità online, con la presenza di Enzo Taranto, Presidente dell’associazione.

I vincitori di quest'anno con il progetto Pick-it-up, un arto elettro-meccanico che permette di raccogliere oggetti da terra senza il bisogno di piegarsi, sono Giorgio Busa, Federica Ricciardi, Stefano Sella, Manuel Fiorino e Zakaria Mountassir, studenti della classe IV dell'IPSIA G.B. Garbin di Thiene (VI), coordinati dal prof. Pierpaolo Gazzin, tutor Paolo Zappa. Come recita la motivazione “sono stati premiati l’impegno e la determinazione di un gruppo molto giovane, che ha dimostrato di essere ben integrato ed organizzato internamente”. 

Tutto nasce dalle difficoltà nel raccogliere oggetti da terra lamentate da un amico disabile del prof. Gazzin, il quale ha pensato di coinvolgere cinque ragazzi della scuola, invitandoli a esaminare il problema e a cercarne la soluzione.

Con il loro progetto, quindi, gli studenti hanno voluto affrontare una situazione per molti banale ma che, per chi dipende dalle stampelle o è limitato nei movimenti, soprattutto nel lungo periodo, rappresenta un grosso problema. Pick-it-up si può montare su stampelle o bastoni da passeggio senza l’utilizzo di alcun attrezzo e permette di raccogliere oggetti senza il bisogno di piegarsi, cosa che per alcuni portatori di handicap motorio richiede un significativo sforzo.

Caratteristica vincente è l'originalità della proposta progettuale nel mercato, ma il grandissimo punto di forza è rappresentato dalla maggior indipendenza del fruitore di Pick it up.

Tutte le fasi canoniche della progettazione più innovativa sono state seguite: dall’analisi di mercato, grazie alla quale è stato riscontrato che i prodotti più simili a Pick it up sono pinze pieghevoli non motorizzate e non integrabili a una stampella, al planning delle tempistiche dello sviluppo del prototipo, dell’individuazione dei potenziali clienti, del collaudo, del brevetto e, ovviamente, dei costi. Durante l’incontro i Lions partecipanti hanno potuto dare alcuni interessanti consigli ai giovani ospiti e al loro eccezionale prof, di cui si è apprezzata la passione, l’amore per i suoi studenti e l’entusiasmo con cui ha seguito il loro lavoro. Sicuramente l’aver partecipato al concorso per Lifebility, conosciuto grazie all’Informa Giovani del Comune di Thiene, cui va un grande plauso, può aprire ai ragazzi e al progetto anche le porte del mondo Lions, con tutte le molteplici opportunità che può offrire come, ad esempio, il supporto al progetto della CCIAA di Vicenza, sollecitato dalla Lion Elena Appiani, nuovo Direttore Internazionale.

Alla conclusione della serata Federico Maisano ha dato un aggiornamento sul progetto CORAL BOX, premiato nell’ambito di LIFEBILITY 2019, che è stato sperimentato in Africa in varie situazioni e quindi procede nel suo sviluppo. E’ proprio questo che piace di Lifebility: riconosce, premia e sostiene l'imprenditorialità di giovani che utilizzano fantasia, creatività, ingegno a favore di chi, per vari motivi, è in uno stato di bisogno. 

Silvana Anzellotti