Soncino
23/03/2021
SERVICE PER LA LA FONDAZIONE RSA ONLUS

Come già avvenuto nella scorsa ricorrenza del Santo Natale con il dono dei pandorini, anche in occasione della prossima Santa Pasqua, il Lions Club Soncino non si dimentica dei degenti della Fondazione RSA Onlus di Soncino con un significativo e sentito gesto di attenzione solidale e vicinanza.
Martedì 23 Marzo alle ore 11.30 Ilaria Fiori, Presidente del Lions Club Soncino con il Cerimoniere Primo Podestà ed il Socio Lion Mauro Badini hanno consegnato alcune confezioni contenenti le uova pasquali da distribuire a tutte le persone ricoverate nella struttura. 
La semplice ma sentita cerimonia è stata resa possibile dalla disponibilità della Presidente della fondazione e, in sua rappresentanza, dalla professoressa Sara Ghidelli che è intervenuta a nome dell’intera struttura della RSA Onlus: struttura a cui vanno i ringraziamenti di tutti i Soci Lions per la preziosa e altamente professionale opera che svolge nella cura degli anziani, circondati da tante attenzioni ed amore. Lo scambio degli auguri di Buona Pasqua e la distribuzione delle uova da parte dell’organizzazione della RSA è stato un momento di sincera commozione, all’insegna dello spirito di solidarietà ed attenzione che caratterizza ogni componente del Club che, anche durante il periodo di pandemia in atto, ha desiderato portare sentimenti di speranza e vicinanza ai “nonni del borgo”. 

23/03/2021
RACCOLTA OCCHIALI USATI

La situazione pandemica ancora in corso non frena le iniziative dei soci del Lions Club Soncino nel sostegno dei services nazionali, tra cui in particolare quello relativo alla raccolta di occhiali da destinare alle persone bisognose, dopo opportune ed idonee revisioni e verifiche. “WE SERVE” è il motto del Lions Club International con cui viene espressa la vicinanza appunto a chi ha bisogno!
Certamente la situazione che viviamo ha reso più complicata e delicata l’organizzazione dell’evento che consiste nella posa dei totem destinati alla raccolta di occhiali usati nella realtà di Soncino, primo Comune della provincia di Cremona a diventare zona arancio rinforzata, con l’avvio celere delle vaccinazioni alla popolazione. Questa circostanza comunque non ha fatto venire meno la volontà di soccorso e di servizio.
L’iniziativa ha ricevuto il sostegno di quelle entità individuate nel borgo soncinese, cosicché martedì 23 Ilaria Fiori, Presidente del Lions Club Soncino, il cerimoniere Primo Podestà con la collaborazione del socio Lion Mauro Badini, hanno posizionato tre totem destinati alla raccolta di occhiali usati. La consegna è avvenuta nella sede del Comune di Soncino alla presenza del Sindaco Gabriele Gallina, per proseguire poi presso la Cooperativa Inchiostro dove è intervenuto il presidente Alessio Gatta, per finire presso l’ottica Dante di via Matteotti 24 alla presenza del titolare Marco De Iacobis.
Il Lions Club Soncino ha calorosamente ringraziato per la collaborazione coloro che si sono manifestati tanto disponibili e sensibili a questo intervento benefico, invita calorosamente tutti i cittadini della Comunità Soncinese a portare gli occhiali usati nei totem di raccolta designati, ringraziando anticipatamente per la sensibilità che verrà riservata a questa importante ed utile iniziativa.

17/10/2020
LIONS E LEO… UN DEFIBRILLATORE ALL’OSPEDALE DI CREMA

I Lions Club e Leo della 3^ Circoscrizione Zona A del Distretto 108 Ib3, sabato scorso, hanno consegnato un defibrillatore al Pronto Soccorso del'Ospedale di Crema, nell'ambito dell'emergenza Covid. L'attuale Presidente di Zona, Elda Zucchi, ha fatto gli onori di casa, spiegando che questo service appartiene all'annata 2019-20, quando era Governatore Angelo Chiesa ed ha ringraziato il Past Governatore Adriana Cortinovis Sangiovanni, che ne ha seguito tutto lo svolgimento a livello di comunicazione e di coordinamento fra i club, in collaborazione con lei stessa, che ha curato la parte amministrativa. Il PDG Cortinovis Sangiovanni è stata delegata dall'IPDG Chiesa a rappresentarlo durante la cerimonia, avvenuta nella Sala Polenghi, con un messaggio da parte sua: " Coraggio, cambiare, unire" sono le parole che mi hanno accompagnato durante il mio anno di governatorato. La lealtà, il rispetto delle regole, l'attenzione per tutti hanno costituito solide fondamenta per creare un ambiente favorevole all'azione dei lions, condivise nei momenti difficili della pandemia. Mai come quest'anno c'è stata una convergenza su un unico, grande service per la comunità così gravemente provata. C'è stata una corsa appassionata, generosa, non competitiva di tutti i sodalizi verso un unico, grande obiettivo, senza portare avanti interessi personali, ma affermando i vincoli dell'amicizia e della reciproca comprensione". Il service è stato reso possibile grazie ai contributi dei Club, di Angelo Chiesa, che ha elargito fondi da parte del Distretto, equamente assegnati ad ognuna delle 5 Circoscrizioni, dell'Associazione Popolare Crema per il Territorio, dell'Associazione Solidarietà ONLUS 108 Ib3 e di un privato. In un primo momento, ci si era orientati, visto che si era in piena pandemia, verso un ventilatore polmonare, poi, in un secondo momento, si è reso più necessario l'acquisto di un moderno e recentissimo defibrillatore, destinato a potenziare la sala rossa del Pronto Soccorso dell'Ospedale Maggiore di Crema. Il primario, dott. Giovanni Viganò, dopo una dettagliata spiegazione di ordine tecnico scientifico della macchina, . ha voluto sottolineare l'importanza della donazione di un importante strumento salvavita di nuova generazione. Il Direttore Sanitario dell'ASST di Crema, dott. Roberto Sfogliarini, ha molto apprezzato la vicinanza ed il sostegno che i club di servizio offrono all'ospedale ed ha auspicato la necessità di molti altri gesti significativi per superare una contingenza di rinnovata emergenza anti-Covid.  Alla cerimonia erano presenti anche il Presidente Zona A dello scorso anno sociale Paolo Doldi, i Presidenti dei Club (alcuni nuovi, altri riconfermati) ed il Governatore 2020-21 Cesare Senzalari che, dopo aver ringraziato tutti, ha affermato che il Covid se, da una parte, ha rappresentato una tragedia, dall'altra, è stato un'opportunità da un punto di vista Lions, "perchè ha spinto tutti i club a lavorare insieme e ad operare uniti per affrontare l'emergenza"

Adriana Cortinovis Sangiovanni