Casalmaggiore
01/03/2021
“I DÈES CUMANDAMÈENT” IN DIALETTO CREMONESE

Il Lions Club Casalmaggiore e l’Associazione Solidarietà Clubs Lions 108 Ib3 sostengono la pubblicazione de “I Dèes Cumandamèent” in dialetto cremonese.

 

In questi giorni sono usciti a Cremona “I Dèes Cumandamèent”, una raccolta di carattere religioso adattata ai nostri tempi, opera di Tiziana Coppetti (fotografie) e Grazia Antonia Rossi (testi poetici), che hanno elaborato il tradizionale Decalogo in chiave moderna e popolare.
Il libro riesce a coniugare l’aspetto artistico e fotografico con l’elemento letterario; ad ogni fotografia corrisponde infatti un comandamento “… tradotto nell’oggi, nella vita concreta del nostro tempo, con i suoi errori e i suoi peccati …” come ha scritto Monsignor Rini nella sua prefazione. Non è la classica traduzione in dialetto, ma una vera e propria attualizzazione dei precetti cristiani attraverso la creatività letteraria, supportata da immagini contemporanee caratterizzanti la norma religiosa. L’intento del Club è riconducibile all’importanza della conservazione del dialetto quale strumento di trasmissione della cultura locale, al fine di preservare quel patrimonio linguistico che ha ottenuto il riconoscimento da parte sia del Consiglio d’Europa (Rapporto 4745 – 1981) sia dell’UNESCO, che recentemente ha incluso i dialetti italiani tra i patrimoni da tutelare. L’accostamento delle immagini contemporanee ai Comandamenti in versione moderna dà al lettore la possibilità di confrontarsi con l’attualizzazione di tematiche profonde, che spesso e volentieri vengono relegate a semplici elementi storici, dimenticando che la religiosità accompagna l’uomo in tutte le sue epoche. Il Lions Club Casalmaggiore, con il sostegno dell’Associazione Solidarietà Club Lions 108 Ib3, ha appoggiato questa iniziativa letteraria già dal momento in cui è stata proposta. Il risultato dimostra che arte e letteratura hanno un valore contingente connesso con la fase storica a cui fanno riferimento, per questo l’originalità di tale lavoro si evidenzia nella capacità di coniugare queste due discipline e di amalgamarne i contenuti.

30/11/2020
RACCOLTA OCCHIALI USATI PER L’ANNO 2020/2021

Nelle ultime giornate di novembre il Lions Club Casalmaggiore ha concluso la raccolta di occhiali usati da inviare al Centro Italiano Lions per la Raccolta degli Occhiali Usati di Chivasso così da portare aiuto a chi non ha un oggetto tanto indispensabile per la vita quotidiana.
Occorre infatti ricordare che i lions promuovono la tutela della vista come diritto di ogni essere umano da quando Helen Keller, attivista statunitense sordo-cieca, nel 1925 invitò i lions a divenire “cavalieri dei non vedenti nella crociata contro le tenebre”. Da quel momento la salvaguardia della vista divenne il primo service lionistico in tutto il mondo. Il Lions Club Casalmaggiore, seguendo i principi originari del lionismo, ha raccolto alcune centinaia di occhiali che sono stati inviati al centro di raccolta al quale spetterà il compito di dirottarli verso chi ne farà richiesta, in Europa oppure nel resto del mondo.
Il service degli occhiali usati del Lions Club Casalmaggiore è iniziato già da tempo, con la collaborazione degli ottici della zona che hanno accettato di posizionare i contenitori per la raccolta presso i loro negozi, poi una volta che si è raggiunto un numero ragguardevole di occhiali, circa 400, il club ha provveduto ad inviarli presso il centro di raccolta italiano. Il club ha notato come la solidarietà sociale sia ancora viva nel nostro territorio, dal momento che il numero elevato di occhiali raccolti ha evidenziato la sensibilità dei cittadini; la generosità ha coinvolto tutta la popolazione senza distinzione di ceto o genere, caratteristica ben evidenziata dalle differenti tipologie di occhiali raccolti. Infatti, ne sono stati donati di diversi tipi, da quelli classici per la vista a quelli da sole, per adulti o per bambini.
Visto il successo del service, il presidente Alberto Bernini ha proposto di ripetere l’attività di raccolta, coinvolgendo tutti i soci, già a partire dalle prime settimane del 2021.